Il nome Arcus genera grandissima aspettativa: il suo nome è una leggenda nel mondo del parapendio ed è da sempre legato alla SWING. Una vela sempre avanti rispetto alla concorrenza che ha permesso a diverse migliaia di piloti di divertirsi nel mondo del parapendio da oltre vent’anni.
 
L’Arcus RS con le sue particolari caratteristiche e il suo stile inconfondibile porta l’innovazione del RAST nel segmento basso della omologazione B.  Innovativo e completamente ridisegnato disegna un sentiero completamente nuovo nello sviluppo del parapendio portando nuova linfa al nostro sport.
 
Il sistema RAST è stato ulteriormente migliorato e ora il controllo della pressione interna in decollo e in volo è completo.
Il RAST è paragonabile all’ innovazione tecnologica avvenuta nel 1994 con l’introduzione delle centine diagonali.
Le centine diagonali spostavano le prestazioni in avanti; il RAST sposta prima di tutto la sicurezza in alto con un aumento della stabilità in turbolenza ( grazie al controllo della pressione interna )e un conseguente aumento delle prestazioni in aria mossa.
Il decollo con il nuovo RAST è qualcosa che va provato, non si può spiegare: sia con vento forte che con il nullo o addirittura con il vento da dietro.... il pilota rimane sbalordito dalla sua semplicità.

 

Il decollo è un esperienza fantastica grazie al RAST.

Decollo con l’ Arcus RS: la calotta prima si gonfia nella parte anteriore lungo il  bordo d’attacco mentre la parte posteriore

è ancora sgonfia: questa è una caratteristica del sistema RAST che crea auto stabilità con un profilo Reflex.

Ci sono diversi vantaggi grazie al RAST:
1) La parte anteriore della vela si gonfia molto velocemente partendo dal centro. Questo porta il parapendio a salire in modo automatico e armonioso senza nessuna  tendenza a strappare da terra.
2) Grazie a questo con l’Arcus Rs non ci sono mai stati casi di decollo non intenzionale del pilota in termica.
3) Il centro della vela non collassa nemmeno se l’impulso del decollo da parte del pilota è troppo aggressivo; questo perchè la prima parte che si gonfia è quella centrale.
4) Ogni tendenza a sorpassare il pilota da parte della vela in decollo è significativamente diminuita, anche con vento da dietro. Non serve correre molto una volta che il parapendio è sulla linea di massima pendenza: il pilota può prendere questo tempo per controllare la vela.
5) In volo il RAST permette grazie al controllo della pressione interna di avere una maggiore resistenza alle chiusure. Se comunque dovessero accadere il tutto è più facilmente gestibile,  grazie al fatto che il bordo d’uscita della vela rimane più tempo in pressione regalando al pilota più tempo per intervenire.